Researches

   

Questo DVD è il nostro omaggio a John Thurlby.
Immagini di ieri e di oggi, articoli di giornale, mappe militari e foto dell’incontro di John con gli amici bagnacavallesi, fanno da sfondo al dettagliato racconto con il quale egli ripercorre i mesi dell’inverno 1944/‘45 trascorsi a Bagnacavallo; mesi terribili, lontano da casa, ma che hanno lasciato un segno indelebile e visto nascere nuove e profonde amicizie.
Disponibile in italiano o in inglese.


Il racconto del passaggio delle truppe alleate nelle nostre zone attraverso immagini dell’epoca. Immagini che mostrano la durezza della vita militare, ma anche come i soldati, interagendo con la popolazione locale, riuscivano a ritrovare, per brevi periodi, la “normalità ” ed il “sapore di casa”. John Thurlby e Alan Woods hanno vissuto in prima persona questa esperienza, ed i loro vivissimi ricordi, dopo oltre 60 anni, fanno capire quanto fosse importante trovare una casa lontano da casa.
Disponibile in italiano.


A sessant’anni di distanza ripercorriamo le tappe dell’avanzata del Perth Regiment canadese nell’area tra i fiumi Lamone e Senio, guidati dalle descrizioni di Stan Scislowsky in Not All of Us Were Brave. Partiamo da Villanova di Bagnacavallo in bicicletta e scattiamo fotografie delle strade, campi, fattorie e altri edifici secondo l’ordine ricordato con precisione da Stan. La bella giornata di primavera e la tranquillità della campagna sono molto diverse dallo scenario in cui si mossero i Perth, ma siamo ancora in grado di rintracciare qualche segno della guerra nei vecchi casolari, nei campi che immaginiamo attraversati dai soldati e negli stretti canali, fino all’argine del Senio, dove la nostra biciclettata si conclude vicino al monumento ai caduti.
Versione bilingue italiano/inglese.


Video DVD del Reportage fotografico del percorso fatto dalle truppe canadesi dopo l’attraversamento del fiume Lamone


Catalogo elettronico dei fumetti e documenti della mostra “IN SUNNY ITALY”


Questa ricerca, trasmessa dal programma RAI “Chi l’ha visto?”, parla di un fatto accaduto nei nostri luoghi: durante una breve licenza nel Natale 1944, tre soldati canadesi erano acquartierati a Ravenna e la madre di Fred Cederberg inviò dal lontano Canada al figlio, oltre che regali per loro tre, anche un pacco di regali da offrire a qualche bambino per fargli trascorrere una festività felice, essendo a conoscenza delle sofferenze che stava creando la guerra da noi.